Colpa delle stelle

Colpa delle stelle

John Green

Language: Italian

Pages: 158

ISBN: 8817081566

Format: PDF / Kindle (mobi) / ePub


Hazel ha sedici anni, ma ha già alle spalle un vero miracolo: grazie a un farmaco sperimentale, la malattia che anni prima le hanno diagnosticato è ora in regressione. Ha però anche imparato che i miracoli si pagano: mentre lei rimbalzava tra corse in ospedale e lunghe degenze, il mondo correva veloce, lasciandola indietro, sola e fuori sincrono rispetto alle sue coetanee, con una vita in frantumi in cui i pezzi non si incastrano più. Un giorno però il destino le fa incontrare Augustus, affascinante compagno di sventure che la travolge con la sua fame di vita, di passioni, di risate, e le dimostra che il mondo non si è fermato, insieme possono riacciuffarlo. Ma come un peccato originale, come una colpa scritta nelle stelle avverse sotto cui Hazel e Augustus sono nati, il tempo che hanno a disposizione è un miracolo, e in quanto tale andrà pagato.

Chasing the Sun (Land of the Lone Star Trilogy, Book 1)

Night of No Return (A Year of Loving Dangerously, Book 3)

Who Is She To You?

The Vintage Ice Cream Van Road Trip (Cherry Pie Island, Book 2)

Confessions of a Chalet Girl

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

dell’alta società intrappolata dentro un corpo da sedicenne di Indianapolis. Era una cosa accettata da tutti. �Bene. E tu?» �Non lo so nemmeno più. È Diet?» Ho annuito e gliel’ho passata. Ha bevuto dalla cannuccia. �Non sai quanto mi piacerebbe che tu fossi a scuola in questi giorni. Alcuni dei ragazzi sono diventati tutt’a un tratto commestibili.» �Davvero? Tipo chi?» ho detto. Lei ha elencato cinque ragazzi con cui avevamo fatto elementari e medie, ma non sono riuscita a ricordarmi il viso

da morire. �Mi chiamo Augustus Waters» ha detto. �Ho diciassette anni. Ho avuto un lieve osteosarcoma un anno e mezzo fa, ma oggi sono qui solo su richiesta di Isaac.» �E come ti senti?» ha chiesto Patrick. �Oh, a meraviglia.» Augustus Waters ha sorriso con un angolo della bocca. �Sono su una montagna russa che va solo in salita, amico mio.» Quando è arrivato il mio turno ho detto: �Mi chiamo Hazel. Ho sedici anni. Tiroide con metastasi polmonari. Sto così così.» L’ora è passata in fretta.

eccoci in volo. Gus si è voltato verso il finestrino ed è rimasto a guardare il pianeta rimpicciolire sotto di noi, e un attimo dopo ho sentito la sua mano rilassarsi. Gus mi ha scoccato un’occhiata e poi ha guardato ancora fuori dal finestrino. �Stiamo volando» ha annunciato. �Non eri mai salito su un aereo?» Ha scosso la testa. �GUARDA!» ha quasi gridato, indicando il finestrino. �Già» ho detto. �Sì, lo vedo. Sembra che siamo su un aereo.» �NIENTE HA MAI AVUTO QUESTO ASPETTO IN TUTTA LA

bicchiere di scotch. Quel che restava del liquore gli è schizzato sul faccione, poi il bicchiere gli è rimbalzato sul naso e dopo un bel volo si è frantumato sul pavimento di antiche assi di legno. �Lidewij» Van Houten ha detto con calma, �un Martini, se non ti dispiace. Con una punta di vermouth.» �Mi sono licenziata» ha detto Lidewij dopo un attimo. �Non essere ridicola.» Non sapevo cosa fare. La gentilezza non aveva funzionato. La scortesia nemmeno. Mi serviva una risposta. Ero venuta fino

seduta sul water col coperchio abbassato. Perché respirare dev’essere così faticoso? Papà mi si è accovacciato accanto. Mi ha preso la testa e l’ha tratta a sé e ha detto: �Mi dispiace che Gus sia morto.» Mi sentivo soffocare, schiacciata com’ero contro la sua maglietta, ma era bello farsi tenere così stretta, schiacciata dentro l’odore rassicurante del papà. Era come se fosse arrabbiato, e mi piaceva, perché ero arrabbiata anch’io. �Che merda» ha detto. �Tutta questa storia, dico. C’è l’ottanta

Download sample

Download